Nel giro di pochi anni, il tema dell’energia ha assunto una dimensione politica che era praticamente sconosciuta sin dalla crisi petrolifera del 1985.
Nel mondo odierno, la produzione di energia non può più essere sostenibile unicamente sotto il profilo economico: sempre più è vitale pensare alla tutela dell’ambiente e fare i conti con la scarsità delle risorse fossili.
Quello delle energie rinnovabili è uno dei settori in maggiore crescita globalmente. Secondo le stime del REN21 (Renewable Energy Policy for the 21st Century), fra il 2004 e il 2015 le tecnologie di produzione di energia “pulita” hanno registrato tassi di crescita annui fra il 10% e il 60%.
Sono sempre più le nazioni che hanno adottato politiche volte alla promozione dell’energia rinnovabile, a partire dall’Unione Europea che ha messo in atto meccanismi di finanziamento per lo sviluppo di specifici programmi e di tecnologie innovative.
Nozomi Plc ha deciso di investire in questo mercato in forte espansione, supportando diversi progetti nell’ambito dell’energia solare, idroelettrica, eolica e da biomasse. Nel mercato delle commodities (l’energia, l’acqua, le materie prime alimentari etc.), dove il prezzo è il singolo fattore determinante, l’aspetto della tutela ambientale potrebbe divenire un fondamentale vantaggio competitivo. Nel 2015, a dispetto della crisi finanziaria globale, del calo del prezzo del petrolio e delle difficoltà politiche nell’individuazione di politiche ambientali globalmente condivise, il mercato dell’energia rinnovabile ha vissuto una crescita senza precedenti. Un trend che è destinato a continuare, alla luce della disponibilità di nuove tecnologie e di investimenti nel settore.
Nozomi Plc ha selezionato Italia, Francia, Marocco, Regno Unito, Thailandia, Sud Africa, Uruguai e Chile come mercati iniziali, dove ha individuato una serie di progetti di medie dimensioni, solidi ed economicamente interessanti. Complessivamente, Nozomi Plc ha previsto un investimento di 1.055,4928 milioni di Euro ( 332 milioni dell’idroelettrico, 400,4928 milioni nel solare, 323 milioni nell’eolico).
Un ulteriore ambito di investimento sarà quello del bio-diesel, nel quale Nozomi Plc ha avviato un progetto di produzione di carburante a partire dall’olio di semi di Jatropha in Asia.